Archivi tag: trasporti

Il comune di Otricoli delibera

Ringraziamo il Consiglio Comunale di Otricoli ed in particolare il suo Presidente Domenico Gregori ed il vice-sindaco Cristiano Ceccotti per questa deliberazione a favore della causa dei pendolari della stazione di Orte; deliberazione che si aggiunge a quelle già emesse da molti altri comuni del viterbese e della bassa Umbria fra i quali ricordiamo Amelia, Giove, Lugnano e Penna in Teverina.

Anche fra i cittadini di Otricoli se ne annoverano molti che per motivi di studio e di lavoro utilizzano la stazione di Orte e che, come tanti altri, sono stati fortemente penalizzati dalla decisione di sopprimere due fermate di treni in orario di punta.

Ricordiamo che la problematica dei pendolari di Orte è ancora aperta e che ogni giorno di più la situazione diventa difficile, ma il COPEO ha responsabilmente deciso di sospendere proteste e manifestazioni per rendere più sereno l’ambiente delle trattative tra le due Regioni e Trenitalia.

Ci aspettiamo comunque una rapida soluzione entro i primi giorni di ottobre prima, cioè, dell’inizio a pieno regime delle attività universitarie.

Qualora per quella data non si dovesse pervenire ad una soluzione, cosa che scongiuriamo, ci si troverà costretti alla ripresa delle manifestazioni volte a tutela del nostro diritto alla mobilità.

PDF 32x32
Testo della deliberazione del comune di Otricoli

Incontro del 28 agosto posticipato

Abbiamo appreso da fonti politiche che l’incontro previsto per domani 28 Agosto tra assessorato ai trasporti Regione Lazio e Regione Umbria  è stato posticipato a data da destinarsi a causa dell’assenza dell’assessore ai trasporti della Regione Lazio Michele Civita, assenza che non avrebbe permesso di giungere ad un accordo definitivo.
Il Comitato Pendolari Orte non può che esprimere tutto il proprio rammarico di fronte a tale circostanza. L’incontro, fissato da quasi un mese, era molto atteso tra i pendolari della Tuscia e della bassa Umbria.

Ricordiamo che attualmente i treni RV2481 e RV2488 non stanno effettuando fermata a Orte e che con il passare dei giorni ed il rientro dei pendolari dalle ferie la situazione di affollamento si aggraverà sempre di più. Pertanto auspichiamo che i referenti politici del Lazio si affrettino a concordare una data alternativa per l’incontro con l’assessore umbro Silvano Rometti il quale, lo ricordiamo, era stato il promotore dell’iniziativa.

Buongiorno Umbria

Pubblichiamo la sveglia che stamattina il Comitato Pendolari Orte ha inviato ai rappresentanti del Consiglio Regionale Umbro con la speranza che serva a far aprire loro gli occhi.
Ci auguriamo che l’Umbria non passi alla storia come la Regione del Federalismo da Prima Repubblica..
 
 
 
 
Buongiorno cari rappresentanti dei cittadini Umbri
 
Vi inoltriamo l’ODG del Comune di Amelia, quello di Giove ve lo abbiamo inviato ieri, ed altri ne stanno per arrivare a sostegno della causa dei poveri pendolari afferenti alla stazione di Orte.
 
C’è qualcuno? Siete mentalmente in ferie? Prima o poi vi deciderete ad ascoltare questi vostri cittadini che vi lanciano un grido di aiuto? L’Umbria è piccola, ma se volete vi inviamo anche una cartina geografica nella quale potrete notare che c’è anche una bassa Umbria al confine col Lazio i cui cittadini, che vi hanno eletto, hanno gli stessi diritti di quelli che vivono più a nord.
 
Se poi non bastasse vi ricordiamo pure che, fino a prova contraria, siete anche rappresentanti della Repubblica Italiana e che come tale avete dei doveri verso tutti gli altri.
 
Riuscite ad andare in ferie tranquilli sapendo che, a pochi chilometri dal vostro confine, state privando dei cittadini italiani del dirittto alla mobilità?
 
Se nessuno ve lo ha spiegato bene o hanno mistificato la realtà, il vostro Assessorato ai Trasporti ha deciso di non far fermare più ad Orte due treni in pieno orario di punta di pendolari, facendoli viaggiare così semi-vuoti, in barba all’ottimizzazione dei costi.
 
Inoltre i poveri cittadini privati di questi treni non avranno treni alternativi che la Regione Lazio possa loro offrire in quanto la Regione Umbria con quei treni occupa le tracce e NON ce ne sono altre libere.
 
Il vostro Assessorato ai Trasporti ha motivato la scelta della non fermata per ragioni di sicurezza (secondo noi c’è dell’altro ed è facilmente immaginabile).  Alla sicurezza degl altri cittadini della stazione di Orte non ci pensate? Sapete cosa diventeranno i treni precedenti e successivi? Un inferno viaggiante..
A settembre vi invitiamo a fare una gitarella ad Orte (tanto è vicina da dove state voi) e prendiamo tutti insieme (se riusciamo a salire) il treno delle 7.50.
 
Se venite vi facciamo trovare pure il “carciofo” il dolce tipico di Orte, fateci sapere vi aspettiamo!!!
 
N.B. Visitate il nostro sito www.comitatopendolariorte.it, lì troverete tanti documenti interessanti tra cui la lettera che l’Assessore ai Trasporti della Regione Lazio ha inviato a Rometti con tutta una serie di interessanti proposte, che ovviamente non hanno avuto ascolto.
 
Buongiorno Umbria e buona estate a tutti