Archivi tag: Orte

Tornare a casa è divenuta un’odissea

Al Ministro  Trasporti e Infrastrutture
All ‘URP
Al CNCU
A Regioni Lazio, Umbria, Toscana, Marche
CC Trenitalia e  RFI

Signor Ministro  

Facciamo seguito al precedente invio del 14 Dicembre ( evidenza giornate fatidiche), per trasmettere i report contenenti i ritardi registrati nel periodo 16-31 gennaio u.s..

E’ proprio di ieri (6.02.19), la pubblicazione dell’indagine condotta da Altroconsumo sui ritardi di oltre 2500 treni pendolari.

 In tale indagine non è stato dato molto peso alla tratta Orte-Roma e viceversa via linea direttissima. Infatti si legge che il 13% delle volte il treno da Ancona per Roma ha oltre 10 minuti di ritardo. Per ns. esperienza, tra andata e ritorno considerando sia i RV che gli IC, ritardi abbondantemente oltre i 10 minuti, sono la norma!

Tornando alla ns. rilevazione nel lasso di tempo suddetto, il giorno “migliore” (con meno ritardi) é stato il Martedì 29 Gennaio con ritardi cumulati all’andata pari a 67 minuti (ritardo massimo di 23 minuti registrato sull’IC 597 o IC 1577). Al ritorno ritardi cumulati pari a 143 minuti (ritardo massimo su IC 590).

Ritardi fatidici

La “maglia nera” spetta al Mercoled30Gennaio con ritardi cumulati al ritorno pari a 493 minuti (la fascia peggiore da ns. esperienza è quella compresa tra le 17,30 e le 20 direzione Roma – Orte).

Tali ritardi spesso derivano dal dirottamento in linea convenzionale ( almeno 7 giorni dei 12 rilevati a Gennaio) di diversi convogli RV e IC (soprattutto al ritorno-ad es. il RV 2314 in partenza da Roma Termini alle 15:02!). Spesso e volentieri tali dirottamenti si rendono necessari per cercare di porre rimedio ai ritardi maturati dai treni Alta Velocità.Ogni parola è superflua, parlano chiaramente i numeri circa le ns. ormai quasi giornaliere odissee, soprattutto per il ritorno a casa. 

Ritardi RV 21713

Alla  Regione Umbria

Alla Regione Lazio 

All’Osservatorio Trasporti 

A Trenitalia 

A Rfi

Vi scriviamo per mettere in evidenza la scarsità del servizio da voi offerto con il treno RV21713 per la tratta Orte-Roma del quale mettiamo in risalto cosa è capitato solo in questi ultimi giorni: 

Orte Stazione

15/1/2019 il treno è giunto a Orte in orario e fermo nella stazione fino alle ore 11, 05′ quando poi è stato dirottato, senza alcuna spiegazione, sulla linea convenzionale facendo registrare alla stazione di Roma Tiburtina un ritardo di ben 41 minuti.

16/1/2019 il treno è giunto ad Orte in orario e subito dirottato, senza alcuna spiegazione, sulla linea convenzionale, giunto a Roma Tiburtina con un ritardo di ben 35 minuti.

Queste sono solo le ultime rilevazioni, che peraltro evidenziano un abbondante raddoppio delle percorrenze previste dall’orario per la tratta in questione, ma il treno RV 21713 matura spesso ritardi cospicui anche quando non viene dirottato in linea convenzionale, con lunghe attese sia presso la stazione di Orte sia dentro la galleria di interconnessione dispari prima di confluire in linea DD.

Tale condizione è del tutto penalizzante per chi deve recarsi a Roma, per studio o lavoro soprattutto, considerando anche il fatto che in questa fascia oraria i collegamenti ferroviari tra Orte e Roma sono purtroppo molto diradati rendendo così problematica la mobilità di chi usufruisce della stazione di Orte, passeggeri che non originano solo dal Lazio ma anche dall’Umbria.

Vi chiediamo quindi di porre in essere tutto quanto di vostra competenza per porre fine a questo stato di cose, per contenere tutti i ritardi ed i disservizi registrati, vi chiediamo anche di fornire adeguata informativa verso chi sta viaggiando, in modo di rendere pari dignità a tutti coloro che usufruiscono del trasporto ferroviario, tutti viaggiatori che pagano comunque un biglietto o un abbonamento, per usufruire di un servizio che consenta loro di svolgere tutte quelle attività che sono alla base della società civile.

Invitiamo tutti i destinatari a cooperare al fine di rispettare tracce ed orari. Migliorare il processo organizzativo, dipendere dall’assolvere ai propri compiti, garantendo pari diritti alla mobilità di tutti i viaggiatori

Pendolari a Orte

 

Vi ringraziamo per l’attenzione e restiamo in attesa di un vostro sollecito riscontro.

Saluti

 

PS: cogliamo l’occasione che abbiamo attivato una Petizione On line per richiedere che il Regionale RV 2305 sia instradato in Direttissima da orario per favorire i viaggiatori che non utilizzano un treno con massimo 40 minuti dalle 8.01 del mattino. Vi preghiamo di firmare la petizione 

 

Ancora sul Parcheggio di Molegnano

Sindaco

Le rendiamo note le segnalazioni di alcuni Pendolari per quanto accaduto in questi giorni a Molegnano. Sono stati avviati lavori che hanno creato limitazioni di parcheggio in aree non adeguatamente circoscritte.

Il Comitato Pendolari di Orte (COPEO) come è noto segnala alle istituzioni e a Trenitalia/RFI situazioni di disagio che vessano la vita del pendolare che paga in cambio di servizi erogati dagli stessi, compreso il Parcheggio di Molegnano.

Per come ci hanno informato, i lavori sono iniziati Lunedì 19 Novembre. Però alle ore 7,50 di mattina non erano ancora presenti le strisce, anche se i cartelli dei lavori erano già stati installati da giovedì sera.

La zona non era stata delimitata con precisione e i fogli affissi – oltre ad essere di carta e quindi esposti alle intemperie non erano molto chiari, tant’è che molte persone hanno parcheggiato nella zona, dato che non si capiva dove iniziasse e dove finisse l’area interessata dai lavori.

Le multe comminate a molti pendolari fanno riferimento all’ordinanza del 14/11/2018 del comune di Orte ed alcuni precisano:

” …..Non si può scaricare la responsabilità al pendolare con una frase “fascia di 3m prima e dopo condutture aeree”, quando le persone già faticano a trovare parcheggio e sono di corsa per prendere il treno; basta semplicemente delimitare la zona di interesse dei lavori e queste sicuramente non metteranno la macchina lì, facile. Anche perché, per assurdo, se la mia macchina avesse realmente intralciato non avrei dovuto trovarla lì bensì rimossa, corretto?”

Cartello Lavori

“… mi sono letto l’ordinanza e a mio avviso da parte della Polizia Municipale e del responsabile di Terna è stato trasgredito il punto 2, poiché appunto non sono stati affissi cartelli di segnalazione inizio lavori a partire dall’orario d’inizio degli effetti dell’ordinanza di cui al punto 1 (01:00 del 19 novembre 2018) ma solo dopo le 0800 e non é stata coperta la segnalazione di parcheggio esistente. La Polizia Municipale é apparsa all’indomani (il giorno 20 novembre 2018) per indicare ai pendolari del mattino (06:30) dove non parcheggiare, dopo che la gran parte di loro era già stata sanzionata.”

“…la settimana scorsa non sono venuta al lavoro quindi lunedì ho visto i cartelli con il divieto per nulla chiari 3 metri prima dei conduttori aerei. io avevo parcheggiato vicino al casottino insieme a tante altre macchine e mi sembrava lontano da questi conduttori. tra l’altro le strisce che vietavano l’accesso all’area non erano presenti la mattina presto…..”

Ora, posto che non conosciamo la modalità e tempistica di esecuzione dei lavori in questione e non abbiamo la possibilità di verificare la contestualità degli eventi né tantomeno di far togliere multe, poiché non è questo il nostro ruolo, ci facciamo carico delle segnalazioni pervenute e invitiamo il comune a utilizzare, per eventuali futuri lavori, una maggiore cura della cartellonistica e della loro visibilità, visto l’afflusso alla stazione di Orte da quell’area.

Ricordiamo che per mancanza di mezzi pubblici nelle ore di punta, Molegnano è pieno di pendolari che pagano il parcheggio, sia giornaliero, settimanale o mensile.

Invitiamo poi il comune a riparare le macchinette non funzionanti, perché, seppure si attende l’espletamento della gara di affidamento di gestione del parcheggio che permetta anche il pagamento via Pos, non è corretto che i pendolari prendano multe dal comune perché non si è in grado di identificare prontamente eventuali macchinette funzionanti.

Confidiamo che il comune provveda a trovare soluzioni e a garantire una costante manutenzione del parcheggio. Grazie.

  

Stop dell’AV ad Orte?

Cari Pendolari

 

il prossimo 14 novembre 2018 ore 18.00, presso i locali della Stazione Ferroviaria di Orte,  il Copeo è stato invitato a  partecipare  al Consiglio Comunale straordinario sullo STOP dell’AV a Orte.

Orte Stazione

Alta Velocità!

A riguardo attendiamo di ascoltare come si concretizzerà tale fermata. Auspichiamo sin da ora che non interferisca con i regionali veloci/intercity al servizio dei pendolari, altrimenti non potremo che dirci contrari.

Parcometro non residenti a Molegnano

Con l’occasione e in vista della possibile attivazione della fermata AV, invitiamo  il Comune di Orte  a provvedere ad istituire il pagamento via Pos al Parcheggio di Molegnano già da tempo richiesto dai pendolari e che ancora oggi avviene con gli spicci e nessuna carta moneta.

un saluto

 

il comitato