La risposta di RFI su Inchini e Logiche di Mercato.

Riceviamo e Pubblichiamo la risposta di RFI a “La logica di mercato e i presunti “inchini” dei treni Regionali ai treni Alta Velocità”, Mail inviata da questo comitato il 18 Aprile 2018 

 

Gentile Comitato,

in merito ai disagi segnalati con email sottostante, si comunica che il giorno 18 aprile il treno 2314 è partito da Roma Termini con un ritardo di 17 minuti a causa del tardato arrivo a Roma Termini del treno corrispondente 2309, giunto a destino con 18 minuti di ritardo.

Il rallentamento del treno 2309, istradato in linea DD, è da attribuirsi al ritardo di treni precedenti che erano stati interessati da un guasto all’infrastruttura nei pressi di Chiusi.

Purtroppo, il ritardo in partenza del treno 2314 non ha permesso di mantenere il treno sulla linea DD da Settebagni a Orte in quanto si sarebbe inserito in precedenza ad una batteria di 12 treni tra cui il treno Regionale 2326 e i treni IC 592 e 540, causando rallentamenti fino a 20’ all’intera batteria.

In questo caso l’informazione al pubblico a Roma Termini e a Roma Tiburtina circa l’invio in linea LL del 2314 purtroppo non è stata tempestiva, è stato infatti annunciato solo il ritardo in partenza.

Nella giornata del 17 aprile non si sono registrate criticità per il treno 2314 che ha regolarmente percorso la linea DD ed è arrivato ad Orte con 4,5’ .In tale giornata, invece, è stato inviato sulla linea LL Roma – Orte il treno 2326 a causa di un guasto al un treno IC592 che viaggiava in precedenza e si è fermato sulla linea DD tra Settebagni e Orte preannunciando possibile richiesta della locomotiva di soccorso.

Il suddetto treno IC 592 è rimasto fermo poco più di 20’, poi a seguito di un intervento tecnico è riuscito a ripartire. Oltre al 2326 sono stati coinvolti altri 4 treni con ritardi di 15’-20’.

In questo caso non è stato possibile effettuare tempestivamente l’informazione al pubblico a Roma Termini e a Roma Tiburtina circa l’invio in linea LL del 2326 in quanto il guasto all’ IC 592 è avvenuto dopo la partenza del treno pertanto la deviazione in linea LL è stata stabilita in corso di viaggio.

Scusandoci per i disagi occorsi a seguito dei ritardi del treno 2326 del 17 aprile e del treno 2314 del 18 aprile, si conferma che la gestione della circolazione ferroviaria e dei conflitti di circolazione tra treni Regionali e treni AV avviene in coerenza con quanto disposto dal Prospetto Informativo della Rete. Parimenti si conferma il massimo impegno di RFI per garantire l’affidabilità della linea e assicurare performance di puntualità ottimali per tutti i treni, sia Alta Velocità che Regionali Veloci e Metropolitani.

Si resta a disposizione per eventuali chiarimenti.

Un cordiale saluto

Andrea Esposito