Archivi autore: Comitato Pendolari

Incontro con l’Amm.ne Comunale del 24/10/2019

Nel pomeriggio di giovedì 24 ottobre u.s. alle ore 19:00 presso il Comune di Orte si è tenuto un incontro tra l’amministrazione comunale rappresentata dal Sindaco Angelo Giuliani e dal vicesindaco Daniele Proietti, il Comitato Pendolari Orte 2.0 rappresentato dal presidente Lara Scapigliati e dal vicepresidente Giorgio Giammaria. All’incontro che si è svolto a porte aperte erano presenti anche alcuni pendolari non residenti.
I pendolari convenuti hanno manifestato al sindaco il malcontento per l’aumento delle tariffe ai non residenti introdotte dal 1’ ottobre u.s. e chiesto al Comune il ripristino della tariffa precedente.
Il sindaco precisa che l’aumento delle tariffe ai non residenti è avvenuto in occasione dell’affidamento della nuova gestione e dell’installazione di nuove e differenziate metodologie di pagamento; inoltre che l’applicazione della nuova tariffa era prevista nella delibera del 2017 ma è stata applicata solo da ottobre 2019. Infine che la modifica in riduzione delle tariffe potrà essere effettuata solo a fronte dell’impegno degli altri organi istituzionali ed aziendali alla compartecipazione alle spese di gestione.
Inoltre l’amministrazione comunale informa le parti di aver recentemente approvato un progetto di riqualificazione di tutta l’area del parcheggio di Molegnano per l’introduzione anche del fotovoltaico.
In ragione di tali iniziative e della necessità di risoluzione proficua della vicenda, il sindaco propone di interessare con urgenza (auspicabilmente entro fine mese) le regioni Lazio ed Umbria e le società RFI e Trenitalia per un tavolo di discussione che consenta una gestione del parcheggio con sgravio degli oneri a carico dei pendolari e chiede la collaborazione dei pendolari affinché diventino parte attiva nel coinvolgimento dei suddetti interlocutori.
L’amministrazione comunale ritiene inoltre doverosa una presa di distanza dalle espressioni ed iniziative lesive della cittadinanza ortana che sono state proposte e perpetrate a seguito della variazione della tariffa.
Il Copeo propone al sindaco di prevedere nella tariffa un abbonamento annuale, ad oggi mancante per un parcheggio principalmente ad uso dei pendolari, che preveda per tutti l’importo precedente di € 24 mensili per 12 mesi, per un totale di € 288,00 annui. I pendolari auspicano anche che si raggiunga un importo minore in ragione dei periodi feriali.
Il sindaco si rende disponibile a raccogliere tale richiesta e si impegna a realizzarla non appena si concretizzi il tavolo di cui sopra.
Tra le richieste avanzate dal Copeo, si annovera una revisione degli orari dello sportello Smart mobility, anticipando l’apertura al mattino.
L’incontro si conclude con l’impegno delle parti nel collaborare al fine di portare avanti iniziative comuni finalizzate alla risoluzione proficua della vicenda.

Copeo 2.0  

Parcheggio per i pendolari

Di seguito una lettera inviata al sindaco Giuliani e all’assessore Proietti in merito alla problematica del parcheggio dei pendolari

Egregio Signor Sindaco e Signor Assessore,
 
abbiamo appreso che la zona adiacente alla strada in Via Turati è stata trasformata in area a sosta oraria riservata ai residenti, privando i pendolari non residenti della possibilità di parcheggiare e recarsi poi alla stazione dopo una passeggiata di circa 800 m. Questo immaginiamo per andare incontro alla richiesta dei residenti della via. Ricordiamo però che ci sono molti pendolari non residenti atipici (che viaggiano meno di 10 giorni al mese) che sono stati pesantemente colpiti dalla politica tariffaria adottata dal comune di Orte da settembre scorso. Come Copeo chiediamo che una parte dell’area opportunamente delimitata (ad es. in prossimità della curva verso via Aldo Moro) venga lasciata a parcheggio libero.
Riguardo al parcheggio di Molegnano, cogliamo l’occasione per chiedere nuovamente quanto già scritto in precedenza. Sarebbe opportuno istituire un abbonamento annuale calmierato e riportare l’importo dell’abbonamento settimanale all’importo pre-aumento, dimostrando  la stessa volontà e sensibilità esternata con la scelta di mantenere invariato l’abbonamento mensile.
Ciò consentirebbe di tutelare chi si reca a Roma per lavoro e studio con costanza ma con frequenza atipica, per l’atipicità dei propri contratti di lavoro o impegni formativi. Sarebbe un buon ritorno d’immagine per il comune e rappresenterebbe il giusto viatico per una collaborazione proficua con i vari soggetti istituzionali interessati (ad es. comuni limitrofi), per l’ottenimento dei finanziamenti necessari per gli adeguamenti tecnologici e l’ampliamento dei servizi offerti (copertura con pannelli fotovoltaici e installazione parchimetri per il versamento della tariffa tramite bancomat/carta di credito).
In tale contesto crediamo che anche i sindaci dei comuni limitrofi ad Orte, destinatari di questa email, debbano tutelare gli interessi dei pendolari del proprio territorio  tornando a fare pressione sul sindaco di Orte affinché l’abbonamento settimanale torni ai valori di costo precedenti l’aumento tariffario.
 
In attesa di riscontro, inviamo cordiali saluti.
 
 
 
 
 

Costituzione del Nuovo Comitato Pendolari Orte

Buongiorno
 
La presente per informarvi che il 31.01.2018 si è costituito  il Copeo 2.0 che sostituisce il precedente Comitato Pendolari della Stazione di Orte, il cui direttivo non era stato rinnovato alla precedente scadenza.
Lo statuto del nuovo Comitato è disponibile sul sito  www.comitatopendolariorte.it  (all’interno del tab documentazione) ove è anche possibile trovare i riferimenti per poter contattare l’associazione.
I soci fondatori, firmatari del nuovo statuto del comitato rimarranno in carica fino al prossimo mese di Aprile quando verranno indette nuove elezioni che porteranno alla costituzione del Direttivo. Il nostro interesse è sempre lo stesso: continuare a difendere i diritti delle migliaia di pendolari che ogni giorno prendono il treno dalla stazione di Orte  per ragioni di studio o di lavoro.
 
 

In linea convenzionale senza nessun avviso

Questo il testo di una lettera inviata a Trenitalia, Regione Toscana e Ministero per denunciare il solito vizio di dirottare treni in linea lenta senza nessun avviso agli utenti.
oggi puntuale, come ogni giorno, è arrivata l’ennesima dimostrazione del menefreghismo di Trenitalia verso i pendolari. Lo sappiamo e le cronache tristissime di questo giorni lo dimostrano. Se c’è da risparmiare si risparmia sulla pelle dei pendolari, se c’è da togliere un treno si toglie un treno dei pendolari, se c’è da mandare sulla linea lenta un treno,  si sceglie un treno dei pendolari.
È accaduto anche oggi. Il treno RV 2314 delle 15:02 da Roma Termini dirottato in linea lenta, SENZA NESSUN ANNUNCIO. Trenitalia se ne frega dei pendolari, questa è la verità! Vogliamo che vengano APPLICATE LE PENALI CONTRATTUALI PREVISTE. VOGLIAMO CHE I SOLDI DI QUESTE PENALI SIANO UTILIZZATI PER INVESTIRE SUI CONVOGLI REGIONALI. Vogliamo che qualcuno spieghi a Trenitalia che non è scritto da nessuna parte che siano sempre i pendolari regionali a pagare le inefficienze di questo sistema. Le linee ferroviarie italiane sono state costruite e pagate con i soldi delle tasse dei pendolari. Vogliamo che siano rispettati i nostri diritti, tra cui quello sacrosanto di tornare a casa in tempo a fronte di un abbonamento pagato profumatamente.
In ultimo non vogliamo nemmeno essere presi in giro con messaggi a bordo treno che il tempo di percorrenza sarà ritardato di pochi minuti!
Arrivare ad Orte da Roma via linea storica comporta un ritardo nella migliore delle ipotesi di 30-40 minuti!

Per completezza di informazione il RV 2314 è arrivato ad Orte con oltre 50 minuti di ritardo!

In attesa di riscontro, si inviano cordiali saluti.