Archivi autore: Franca Maria Pace

Tornare a casa è divenuta un’odissea

Al Ministro  Trasporti e Infrastrutture
All ‘URP
Al CNCU
A Regioni Lazio, Umbria, Toscana, Marche
CC Trenitalia e  RFI

Signor Ministro  

Facciamo seguito al precedente invio del 14 Dicembre ( evidenza giornate fatidiche), per trasmettere i report contenenti i ritardi registrati nel periodo 16-31 gennaio u.s..

E’ proprio di ieri (6.02.19), la pubblicazione dell’indagine condotta da Altroconsumo sui ritardi di oltre 2500 treni pendolari.

 In tale indagine non è stato dato molto peso alla tratta Orte-Roma e viceversa via linea direttissima. Infatti si legge che il 13% delle volte il treno da Ancona per Roma ha oltre 10 minuti di ritardo. Per ns. esperienza, tra andata e ritorno considerando sia i RV che gli IC, ritardi abbondantemente oltre i 10 minuti, sono la norma!

Tornando alla ns. rilevazione nel lasso di tempo suddetto, il giorno “migliore” (con meno ritardi) é stato il Martedì 29 Gennaio con ritardi cumulati all’andata pari a 67 minuti (ritardo massimo di 23 minuti registrato sull’IC 597 o IC 1577). Al ritorno ritardi cumulati pari a 143 minuti (ritardo massimo su IC 590).

Ritardi fatidici

La “maglia nera” spetta al Mercoled30Gennaio con ritardi cumulati al ritorno pari a 493 minuti (la fascia peggiore da ns. esperienza è quella compresa tra le 17,30 e le 20 direzione Roma – Orte).

Tali ritardi spesso derivano dal dirottamento in linea convenzionale ( almeno 7 giorni dei 12 rilevati a Gennaio) di diversi convogli RV e IC (soprattutto al ritorno-ad es. il RV 2314 in partenza da Roma Termini alle 15:02!). Spesso e volentieri tali dirottamenti si rendono necessari per cercare di porre rimedio ai ritardi maturati dai treni Alta Velocità.Ogni parola è superflua, parlano chiaramente i numeri circa le ns. ormai quasi giornaliere odissee, soprattutto per il ritorno a casa. 

Ritardi RV 21713

Alla  Regione Umbria

Alla Regione Lazio 

All’Osservatorio Trasporti 

A Trenitalia 

A Rfi

Vi scriviamo per mettere in evidenza la scarsità del servizio da voi offerto con il treno RV21713 per la tratta Orte-Roma del quale mettiamo in risalto cosa è capitato solo in questi ultimi giorni: 

Orte Stazione

15/1/2019 il treno è giunto a Orte in orario e fermo nella stazione fino alle ore 11, 05′ quando poi è stato dirottato, senza alcuna spiegazione, sulla linea convenzionale facendo registrare alla stazione di Roma Tiburtina un ritardo di ben 41 minuti.

16/1/2019 il treno è giunto ad Orte in orario e subito dirottato, senza alcuna spiegazione, sulla linea convenzionale, giunto a Roma Tiburtina con un ritardo di ben 35 minuti.

Queste sono solo le ultime rilevazioni, che peraltro evidenziano un abbondante raddoppio delle percorrenze previste dall’orario per la tratta in questione, ma il treno RV 21713 matura spesso ritardi cospicui anche quando non viene dirottato in linea convenzionale, con lunghe attese sia presso la stazione di Orte sia dentro la galleria di interconnessione dispari prima di confluire in linea DD.

Tale condizione è del tutto penalizzante per chi deve recarsi a Roma, per studio o lavoro soprattutto, considerando anche il fatto che in questa fascia oraria i collegamenti ferroviari tra Orte e Roma sono purtroppo molto diradati rendendo così problematica la mobilità di chi usufruisce della stazione di Orte, passeggeri che non originano solo dal Lazio ma anche dall’Umbria.

Vi chiediamo quindi di porre in essere tutto quanto di vostra competenza per porre fine a questo stato di cose, per contenere tutti i ritardi ed i disservizi registrati, vi chiediamo anche di fornire adeguata informativa verso chi sta viaggiando, in modo di rendere pari dignità a tutti coloro che usufruiscono del trasporto ferroviario, tutti viaggiatori che pagano comunque un biglietto o un abbonamento, per usufruire di un servizio che consenta loro di svolgere tutte quelle attività che sono alla base della società civile.

Invitiamo tutti i destinatari a cooperare al fine di rispettare tracce ed orari. Migliorare il processo organizzativo, dipendere dall’assolvere ai propri compiti, garantendo pari diritti alla mobilità di tutti i viaggiatori

Pendolari a Orte

 

Vi ringraziamo per l’attenzione e restiamo in attesa di un vostro sollecito riscontro.

Saluti

 

PS: cogliamo l’occasione che abbiamo attivato una Petizione On line per richiedere che il Regionale RV 2305 sia instradato in Direttissima da orario per favorire i viaggiatori che non utilizzano un treno con massimo 40 minuti dalle 8.01 del mattino. Vi preghiamo di firmare la petizione 

 

19.12.2018 – Anche oggi gravi disagi per i Pendolari stazione Orte

Al ministro Toninelli

Per conoscenza 

Regione Lazio

Trenitalia 

RFI

Buongiorno sig. Ministro Toninelli.

Facciamo seguito alle sue dichiarazioni in cui annunciava la sua intenzione di migliorare il trasporto Pendolare, subito dopo il suo insediamento.

Sede Trenitalia

Con la presente Le raccontiamo che i nuovi vertici di Trenitalia, da lei insediati pochi mesi fa hanno FALLITO. Insieme a loro hanno FALLITO i vertici di RFI. Le raccontiamo che queste persone dopo averci rubato gran parte del nostro tempo libero a causa dei ritardi dei treni che tornano a casa la sera, da oggi hanno cominciato a rubarci anche il lavoro poiché, a causa dei nuovi ritardi dei treni della mattina verremo licenziati. Le raccontiamo che questi signori rubano produttività al Paese perché se noi stiamo sul treno a causa dei ritardi, non possiamo produrre. Si faccia raccontare cosa è accaduto oggi 19 dicembre 2018 ai treni in transito alla stazione di Orte in direzione di Roma. Lei é un uomo di buon senso e ne trarrà la stessa conseguenza che abbiamo tratto noi. Questi signori, i vertici di Trenitalia e RFI, vanno rimossi in tronco. Attendiamo un Suo cortese riscontro e Le rinnoviamo l’invito a convocarci per darci modo di spiegarle i ns. disagi, per cercare di trovare una soluzione ai problemi dei pendolari. Problemi che interessano migliaia di famiglie ogni giorno.
Saluti cordiali 

 

Avvisiamo che parallelamente la Regione Lazio ha inviato Regione Lazio sui Ritardi di Oggi

Dettaglio di alcune giornate fatidiche: Dal 21 Novembre a ieri 13 Dicembre

A  Trenitalia e RFI

Per conoscenza 

Ministero Infrastrutture e Trasporti 

 CNCU

Regione Lazio

Osservatorio Trasporti 

Riguardo alle problematiche di circolazione sulla linea direttissima Orte-Roma e viceversa, divenute ormai sistematiche, Vi informiamo che abbiamo intenzione di avviare un monitoraggio che provvederemo ad inoltrare periodicamente. Evidenziamo che problematiche di circolazione sulla linea direttissima si ripercuotono inevitabilmente anche sulla linea convenzionale. 

Per intanto Vi trasmettiamo il riepilogo dei disagi riscontrati nella sola giornata del 4.12.18, in cui si sono verificati ritardi fino a 20 minuti da Orte per un cumulo ore di almeno 2,35, mentre al ritorno da Roma ritardi fino a 183 minuti, per un cumulo di 13 ore circa. Questo dopo altra giornata di passione, il 3.12.18, in cui sono stati cancellati ben 2 treni destinati ai pendolari, facendo registrare ritardi fino a. 53 minuti

da Orte per un cumulo di quasi 3 ore , mentre al ritorno da Roma ritardi fino a 55 minuti, per un cumulo di ore 5 ore circa. 

Anche il 21.11.18 si sono avuti forti ritardi a partire dalle 17,22, come da noi opportunamente denunciato.

Non c’è un giorno in cui il cumulo dei ritardi non sia al di sotto alle 2 ore per Roma e al di sotto delle  5 ore  per Orte . L’orario è totalmente disatteso e ognuno di noi non riesce ad ottemperare agli impegni di lavoro all’andata ( i permessi sono ormai finiti e c’è chi attacca le ore ferie del prossimo anno) e gli impegni familiari o gli eventuali appuntamenti della sera. 

La situazione è ormai insostenibile, la linea direttissima è ormai intasata, anche se si assiste a inserimenti nuovi treni alta velocità ad ogni cambio orario. Nuovi treni alta velocità che ci risulta dovranno essere attivati anche a servizio della tratta Roma Tiburtina/Termini-Fiumicino. A nostro giudizio, anche la linea convenzionale sarà penalizzata da tali nuovi convogli AV, poiché, ai disagi che periodicamente si verificano per problemi di circolazione sulla direttissima, divenuta ormai sovraccarica, si aggiungeranno anche i ritardi derivanti da problemi sulla linea convenzionale, a seguito di un incremento dei treni circolanti.

Ci auguriamo che il Ministero non dia il proprio benestare a tali nuovi inserimenti senza opportune garanzie/interventi da parte di RFI finalizzati a far rispettare gli orari anche dei treni destinati ai pendolari (RV, IC e R).

Facciamo presente che non siamo contro all’AV, ma alla mala gestione dell’AV a discapito dei treni destinati ai pendolari. Non si può garantire Roma Milano in tre ore e Roma Viterbo in 2 ore. 

Stazione di Orte

In particolare il Venerdi la struttura ferroviaria  va sotto pressione e non è in grado di essere completamente efficiente ( vedi venerdi 30 Novembre), non è accaduto veerdì 7 Dicembre perché essendo prefestivo, mancavano almeno 3 treni Roma Orte.

I tempi di percorrenza Orte-Roma Tiburtina devono rimanere a 35 minuti!